SONO APERTE LE ISCRIZIONI

ANNO 2015 - 2016



WWW.IUAV.IT

TOUCH

TOUCH.LA COSTRUZIONE QUESTO MASTER NASCE DALL'ESPERIENZA DI UN WORKSHOP_COMPETITION.
"TOUCH FAIR ARCHITECTURE" FATTO ALLO IUAV NELL'A.A.2010-11raffaellalaezza-touchfairarchitecture.blogspot.com DOVE LO STUDENTE VINCITORE HA AVUTOIL PREMIO DI REALIZZARE IL SUO PROGETTO.QUESTO, INFATTI, È IN VIA DI COSTRUZIONE PRESSO UN'IMPORTANTE FIERA ITALIANA.

TOUCH.LA MATERIA NUOVI ORIZZONTI DEL COMPORRE E DEL COSTRUIRE

TOUCH.LA WORK-SOCIAL COMMUNITY ENTRA IN CONTATTO CON GLI ENTI FIERISTICI ITALIANI.

FAIR

FAIR.IN ITALIA,OGNI ANNO, SI REALIZZANO PIU DI

1000

FIERE NAZIONALI, INTERNAZIONALI, REGIONALI.

FAIR. L'ITALIA E' IL PAESE AL MONDO CHE HA MAGGIORE TRADIZIONE E CULTURA DELL'EXHIBIT.

ARCHITECTURE


L'ARCHITETTO E' PORTATORE DI UN SAPERE NUOVO NELL'INCONTRO CON LA REALTA' IMPRENDITORIALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE.
A ARCHITECTURE FIRST | ARCHITECTURAL DESIGN | ARCHITECTURAL FAIR PROJECTS B BYO BLOOD C COMPLEXITY | CAPTURE | CARTESIAN SPACE | COMMUNITY CODE D DOWN_SIZE ARCHITECTURE | DESIGN DELLA COMUNICAZIONE

MASTER meets WORK

WORK meets MASTER

E EPHEMERAL EXHIBIT |ENTER EXPLORATION| ECO ORIENTED | ESTETICA F FAIR FILES | FORMLESS FIGURE G GROUND GEOMETRY | GENETIC EYES | GROUPS TO INNOVATION
H HIGHT HISTORY | HIC PAVILION K KNOW OUT | KNOW HOW |KNOWLEDGE AT ART I INTERNATIONAL ZONE | INTERACTION DESIGN | IUAV INSTINCT L LIGHTING DESIGN

ECO PAVILION _ GREEN THINK

M MODULOR MEASURE | MEDIATIC MIXED | MASTER AT MASTER |MATTER MOOD | MATTER: SUSTAINABLE & RECYCLED THINKING N NATURE NATIVE | NANOTECK O ORIGIN ORIENTED | OCCASION YOURS
P POST ECO | PROTOYPE POSSIBILITY | PLANNING EVENTS | PARAMETRIC POWER Q QUICK TIME R RIZOMATIC RYCLES S STRUCTURE | SKIN |SUSTAINABLE |SOUND DESIGN | SOCIAL SIMPLE | STUDIO YOUR |

TOUCH FAIR ARCHITECTURE & EXHIBIT SPACE

MASTER DI ARCHITETTURA ESPOSITIVA_FIERISTICA

STRUCTURE:COMPLEXITY & MATRIX | STORIA DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA | STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA T TACTILE TYPE | TIMING METHOD U URBAN NEW HUMANISM | URBAN USE V VENEZIA SALVA | VECTORIAL SPACE W WORK WAY Z ZONE STUDIO.

IL MASTER

TOUCH FAIR ARCHITECTURE & EXHIBIT SPACE: Da un'indagine interna agli studenti dello IUAV e di molte altre università è risultato di grande interesse unire al tema padiglione espositivo- "Fair Architecture" quello dell'exhibit dell'arte e di prodotti non solo delle fiere ma di shop space o temporary shop. L'aggiunta di "Touch Fair Architecture & Exhibit Spaces" risponderà a una maggiore domanda di interesse da parte del futuro mondo del lavora a cui si rivolgono i masteristi.

IL MASTER

 

Il programma del Master Touch Fair Architecture & Exhibit Space proposto nell'ambito accademico veneziano dello IUAV, intende approfondire ed estendere la grande tradizione architettonica italiana e internazionale attraverso temi di radicale rinnovamento. Il Master offre la necessaria apertura alla sperimentazione progettuale di nuovi modelli di padiglioni, spazi espositivi fieristici e d'arte alla scala architettonica all'interno del continuo evolversi dei processi culturali contemporanei. Il tema, che per tradizione ha sempre espresso gli esempi più aperti alla sperimentazione di nuovi linguaggi, materiali, strutture risulta essere una scala di realizzazione agile e adatta al panorama economico attuale. L'università non offre solo l'eccellenza di docenti ed esperti ma funge anche da collegamento tra cultura e mondo economico, imprenditoriale e, anche in questi termini, ha un forte ruolo sociale. Sono previsti stage nelle più importanti ditte di allestimento italiano, negli enti fieristici italiani e internazionali e presso i migliori studi di architettura.

 


APPROFONDIMENTI

OBIETTIVI

  • Obiettivo didattico

    Verticalizzare il tema Touch Fair Architecture in tutti i suoi aspetti cercando di integrarli attraverso lezioni e seminari di: 

  • APPROFONDISCI
  • Obiettivo Socio-culturale

    Attivare un tessuto sociale tra mondo accademico e mondo lavorativo dove le aziende promotrici nazionali e internazionali possano offrire ai masteristi opportunità di lavoro.

  • APPROFONDISCI
  • Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento

    Affinché il Master possa creare una relazione necessaria tra studenti masteristi e aziende del settore, lo sbocco professionale viene costruito già durante l'anno accademico attraverso tre fasi:

  • APPROFONDISCI

Obiettivo didattico


Verticalizzare il tema Touch Fair Architecture in tutti i suoi aspetti cercando di integrarli attraverso lezioni e seminari di:
Architectural Design
Architectural Fair Design
Planning Events
Structure: Complexity & Matrix
Matter: Sustainable&Recycled Thinking
Sound Design
Lighting Design
Design della comunicazione &Interaction design
Computetion morphology
Storia dell'architettura contemporanea
Storia dell'arte contemporanea

La trasmissione dei principi fondativi dell'architettura, costruttivi, geometrali, scalari e dell'energy planning, porta gli studenti masteristi verso la progettazione di architetture e allestimenti come prove-manifesto del rinnovamento linguistico, culturale e sociale. L'architettura effimera è qui considerata come saggio di architettura e come proposta di ri-nominazione di nuovi campi del comporre. Il percorso didattico conferisce tutti gli strumenti più aggiornati per una figura professionalizzante e aperta all'ambito nazionale e internazionale anche attraverso una nuova competenza che unisce la consapevolezza architettonico-artistica, alla tecnica delle metodologie applicative del costruire, alla conoscenza delle dinamiche organizzative e sociali del settore sullo sfondo di un'ampia lettura culturale del contemporaneo. L'aspetto tecnico-scientifico del master unito ai nuovi temi compositivi delle geometrie complesse, come grammatica dell'ambito naturale, conferisce allo studente un valore aggiunto nell'approfondimento della composizione architettonica di piccole e leggere architetture, di allestimenti per fiere, spazi d'arte. Gli elaborati progettuali degli studenti, modelli, disegni e riflessioni scritte vogliono costruire un Architectural Design Studio vero e proprio luogo del work in progress aperto alla visibilità interna ed esterna all'università per offrire al dibattito comunitario il senso di un lavoro in continuo approfondimento. L'aspetto peculiare del master è presente proprio nel work in progress progettuale di ciascuno studente continuamente in relazione con la docenza e con gli esperti. La didattica è organizzata su un pattern interdisciplinare, complesso, di 11 moduli dove ciascuna materia è mirata alla comprensione dell'altra ed è ritmata anche da incontri, seminari, open critic settimanali.      

Obiettivo Socio-culturale


Attivare un tessuto sociale tra mondo accademico e mondo lavorativo dove le aziende promotrici nazionali e internazionali possano offrire ai masteristi opportunità di lavoro.

In questo senso il progetto portato avanti da ciascuno studente nell'anno accademico può diventare oggetto di offerta alle aziende per la sua realizzazione; così come un curriculum maturato attraverso apprezzati passaggi, internamente all'anno di studio, può confluire in un contratto lavorativo presso l'azienda stessa. Al conseguimento del programma i masteristi sapranno inserirsi in modo innovativo, completo e incisivo, come progettisti, nell'ambito di expo, fiere, esposizioni d'arte sapendo portare il plusvalore necessario per controllarne i contenuti.

Ne usciranno delle figure professionali capaci di iniettare sia il senso architettonico-artistico che quello scientifico-tecnico all'ambito espositivo e fieristico. Più ampiamente saranno professionisti sicuri nel portare il rumore di una rinnovata social community.      

Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento


Affinché il Master possa creare una relazione necessaria tra studenti masteristi e aziende del settore, lo sbocco professionale viene costruito già durante l'anno accademico attraverso tre fasi:

Prima fase: lo studente sarà messo a contatto con le aziende durante i corsi, attraverso le figure degli expertes.
Seconda fase: designata nel periodo di stage, avvicinerà lo studente verso una più solida relazione che, a vantaggio di ambedue i protagonisti, potrà aprirsi alla fase successiva.
Terza fase: lavorativa, presso le aziende. Le aziende che già fanno parte del master sono interessate a creare un rapporto personale con gli studenti che possa tradursi in realtà lavorativa continuativa.

Il percorso, a tre fasi, conferisce sicurezza professionale e relazionale ad ambedue le parti.      

ATTIVITA' FORMATIVE

 
 
ARCHITECTURAL DESIGN
Raffaella Laezza, Eleonora Mantese

ARCHITECTURAL DESIGN
riguardano la composizione architettonica che indaga le questioni spaziali, scalari, modulari, geometriche del progetto proponendo le spazialità vettoriali di grammatiche naturali complesse che esplorano le potenzialità compositive già presenti nel mondo naturale, in particolare nelle spazialità della linea terra. Se nel corso di Architectural Design si approfondiscono i fondamenti del progetto architettonico nel corso di Architectural Fair Design la riflessione si specializza sull'ambito di architetture fieristiche, expo, esposizioni d'arte con la nitida distinzione delle sue specificità rispetto ad altre architetture.

1
1-17
ICAR14
110
100
210
8
ARCHITECTURAL FAIR DESIGN
Raffaella Laezza, Antonella Mari

ARCHITECTURAL FAIR DESIGN
riguardano la composizione architettonica che indaga le questioni spaziali, scalari, modulari, geometriche del progetto proponendo le spazialità vettoriali di grammatiche naturali complesse che esplorano le potenzialità compositive già presenti nel mondo naturale, in particolare nelle spazialità della linea terra. Se nel corso di Architectural Design si approfondiscono i fondamenti del progetto architettonico nel corso di Architectural Fair Design la riflessione si specializza sull'ambito di architetture fieristiche, expo, esposizioni d'arte con la nitida distinzione delle sue specificità rispetto ad altre architetture.

2
1-17
ICAR14
100
100
200
8
PLANNING EVENTS
Marisa Corso, Luca Fois

PLANNING EVENTS
dove si approfondisce, attraverso lezioni teoriche e attraverso i visiting expertes il senso di un progetto di padiglione o allestimento all'interno delle dinamiche fieristiche, di expo, di mostre d'arte e la possibile riconversione, all'interno di un'indagine urbana, del post evento.

3
1-17
SECS P 08
20
55
75
3
STRUCTURE: COMPLEXITY & MATRIX
Ambrogio Angotzi

STRUCTURE:
COMPLEXITY & MATRIX

ambito strutturale-costruttivo che conferisce nel campo delle geometrie complesse gli strumenti della programmazione e della discretizzazione del progetto; vengono inoltre ripresi i fondamenti dei principi strutturali di geometrie cartesiane.

4
1-17
ICAR16
20
20
40
2
MATTER: SUSTAINABLE-RECYCLED THINKING
Carla Langella, Emilio Genovesi

MATTER:
SUSTAINABLE-RECYCLED THINKING

studio delle materie e dei materiali attraverso gli strumenti più indicati per un' indagine eco-thinking.

5
1-17
ICAR13
20
30
50
2
COMPUTATIONAL MORPHOLOGY
Cosimo Monteleone

COMPUTATIONAL MORPHOLOGY
daranno le nozioni base per la realizzazione di disegni, plastici che saranno raccolti durante l'anno e presentati nel momento della tesi di master finale ai fini di restituire il senso di un work in progress.

6
1-17
ICAR17
20
30
50
2
DESIGN DELLA COMUNICAZIONE E INTERACTION DESIGN
Franco Achili

DESIGN
DELLA COMUNICAZIONE E INTERACTION DESIGN

che centralizza il fruitore dello spazio alle più avanzate tecnologie digitali; Il Master richiede un impegno anche sul piano progettuale rappresentativo. Saranno approfonditi i temi di graphic design in continuità con le spazialità architettoniche

7
1-17
ICAR13
15
35
50
2
LIGHTING DESIGN
Mario Nanni

LIGHTING DESIGN
lezioni che inducono il progetto verso una sua più completa realizzazione attraverso l'indagine delle più aggiornate tecniche che sappiano mettere in relazione spazio progettato-luce naturale/artificiale.

8
1-17
ICAR13
20
30
50
2
SOUND DESIGN
Ricciarda Belgiojoso

SOUND DESIGN
prevede gli sviluppi di ingegneria acustica in relazione alle questioni compositive dello spazio architettonico;

9
1-17
ICAR13
15
35
50
1
STORIA DELL'ARCHITETTURA
Mario Lupano

STORIA DELL'ARCHITETTURA
in particolare di Storia dell'allestimento e dell'Exhibit nei suoi momenti più alti in ambito nazionale e internazionale.

10
1-17
ICAR18
20
15
35
2
STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA
Angela Mengoni

STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA
che induce il progetto alla riflessione di alcune correnti del pensiero critico artistico delle avanguardie olandesi, italiane, russe e del momento dell'informale in ambito americano e italiano.

11
1-17
L.ART 03
20
15
25
1
STAGE
25-36
475
19
TESI PRIMO
18-24
200
200
TESI SECONDO
37-40
200
200
8
TOTALE
375
625
1500
60
 


SINTESI-CORSI

Il master, oltre a offrire le più importanti specificità del settore allestitivo nei corsi di Planning Events, Lighting Design, Sound Design, Structure: Complexity&Matrix, Matter: Sustainable&Recycled Thinking, Design della Comunicazione&Interaction Design, garantisce un valido aggiornamento dei più attuali strumenti del disegno computazionale tramite il corso di COMPUTATIONAL MORPHOLOGY. Da una nostra indagine risulta che molti neolaureati non hanno la padronanza più corrente di questi strumenti e quindi si ritiene che, pur non essendo materia principale sia operativamente decisiva come materia strumentale. Fin dalle prime ore di lezioni del master sarà quindi offerto l'apprendimento dei più aggiornati programmi computazionali. Le lezioni di Storia dell'architettura e Storia dell'arte sono altresì di supporto conoscitivo a una consapevolezza critico-progettuale necessaria per la visione completa dell'ambito in cui si opera. Il taglio compositivo progettuale del master rimane la sua principale caratteristica che si avvale delle materie suddette affinché sia perseguita l'eccellenza di competenza nell'assunzione di una chiarezza multidisciplinare del settore. Le varie discipline mirano a ritrovare una loro sintesi all'interno della ricerca progettuale di nuovi linguaggi compositivi per i futuri spazi dell'architettura allestitiva in modo da rendere distinta ed eccellente la preparazione di chi ha conseguito tale master.

DOCENTI E INTERVENTI

 

Eleonora Mantese
Università IUAV di Venezia
RESPONSABILE SCIENTIFICO
profilo:
Eleonora Mantese è professore di Composizione architettonica e urbana all'Università Iuav di Venezia all'interno del Dipartimento "Culture del Progetto". È membro del Collegio docenti del Dottorato di ricerca in Composizione Architettonica della Scuola di Dottorato Iuav di Venezia. Ha avuto molte esperienze nel campo delle espozioni d'arte e di architettura. Attualmente è coordinatrice per l'Unità di Venezia della ricerca nazionale "Abitare sociale e collettivo: qualità, forma,tecica costruttiva".

ore di attività:
50
modulo:
Architectural Design

Raffaella Laezza
COORDINATORE SCIENTIFICO
profilo:
Architetto, laureata con lode presso IUAV e dottorato in progettazione architettonica. E' stata docente a contratto del laboratorio di progettazione architettonica allo IUAV, Facoltà di architettura, a.a. 2007-2011; a Parma, Facoltà di architettura, a.a. 2001-2005; a Seul Hanyang University, Graduate Schhol of architecture come visiting professor. Ha tenuto il workshop "Touch Fair Architecture", Facoltà di architettura, IUAV, a.a. 2010-2011. Ha esposto alla Biennale di Architettura di Venezia, Padiglione Italia, il progetto "Sacred You. Multireligious urban space" nell'ambito di Invito a Ve_ma. Recentemente ha costruito China Pavilion a Expo Schuh Riva del Garda, 2010; "About J" presso la Fondazione Bisazza Fiera Oro, Vicenza 2011; "Eco-Media Travel Space" TTG Spazi per rinnovare, Fiera di Rimini 2011. Tra i suoi testi scritti:"L'Architettura della Linea Terra", Osiride Edizioni 2000; Peter Eisenman, Città della Cultura della Galizia a Santiago de Compostela, Unicopli 2005 e gli articoli su II Sole 24 ore Progetti e Concorsi.
ore di attività:
50 ore Architectural Design
50 ore Architectural Fair Design

Ambrogio Angotzi
ARUP Milano
profilo:
Ambrogio Angotzi è un direttore associato di Arup Italia con circa 12 anni di esperienza nella progettazione di strutture in calcestruzzo, acciaio e legno lamellare. Ha inoltre affinato le sue competenze nel campo della progettazione di coperture in acciaio di grande luce e di edifici di notevole complessità formale collaborando con diversi studi di architettura, tra i quali: Renzo Piano Building Workshop, Studio M. Fuksas, Isozaki and Co, OMA Rem Koolhaas, DO Benini, Foster + Partners, Ateliers Jean Nouvel e Studio Daniel Libeskind. Crede vivamente nella progettazione multidisciplinare che applica quotidianamente nel suo lavoro. Interviene, spesso, come relatore, a seminari di architettura e ingegneria, tenutisi presso varie Università. Attualmente è responsabile del team strutture di Arup Italia.
ore di attività:
15 ore Structure: Complexity & Matrix

Ricciarda Belgiojoso
Politecnico Milano
profilo:
Docente di Arte negli spazi pubblici e co-coordinatore dell'Osservatorio Public Art al Politecnico di Milano, conduce ricerche interdisciplinari in tema di architettura, arte e musica. 
ore di attività:
20 ore Sound Design

Emilio Genovesi

il suo ambito di attività professionale si è sviluppato a livello internazionale nel campo dello strategic design, dell’open innovation, dell’architettura e della moda con una particolare attenzione alla formazione professionale post laurea.

In esse ha sviluppato competenze distintive di:

  • gestione di impresa, soprattutto scuole e università di alta formazione e imprese a indirizzo culturale

  • Indirizzo e gestione di progetti internazionali di alta formazione

  • innovazione di impresa nei mercati globali e strategia di prodotto.

  • costruzione di reti internazionali di ricerca, soprattutto tra Europa e Est asiatico.

Dal 2007 Amministratore Delegato di Material ConneXion Italia,nel cui CdiA sono dal 2001, partner italiana di Material ConneXion Usa, il più importante network internazionale di consulenza e ricerca sui materiali innovativi.

Marisa Corso
Associazione Design Industriale e Arel, Real Estate Ladies
profilo:
Socia Adi, Associazione Design Industriale e Arel, Real Estate Ladies, docente saltuaria in varie Università, 30 anni in ruoli di grande responsabilità progettuale e gestionale in primari enti fieristici, da Fiera Milano a Bologna Fiere, è oggi tra i più esperti consulenti di marketing ed eventi speciali.
ore di attività:
20 ore Planning Events

Franco Achili

Laurea in Architettura al Politecnico di Milano, studi di graphic design con Alfred Hohenegger, Gianni Sassi e Giorgio Fioravanti e alla School of Visual Arts di New York con Michael Perpich.

Attività professionale

Ha iniziato l’attività di progettista in G&R Associati nel 1982; nel 1984 ha aperto il suo primo studio a Milano. E' fondatore, con Guglielmo Ghizzardi, di A+G Achilli Ghizzardi Associati, studio di visual design e brand identity.

E' esperto di brand design, grafica editoriale, corporate identity, exhibition design. Ha ottenuto riconoscimenti e premi in concorsi nazionali e internazionali. E' stato membro di giurie in concorsi di visual design.


Luca Fois
Politecnico Milano
profilo:
Luca Fois è creative advisor e docente di Event Design al Politecnico di Milano. Dopo anni di design di oggetti in legno ha sviluppato Zona Tortona. Oggi partecipa a progetti di riqualificazione ed è promotore del corso di Design del Giocattolo.
ore di attività:
20 ore Planning Events

Carla Langella
Seconda Università degli Studi di Napoli
profilo:
Architetto, ricercatore confermato di Disegno Industriale presso la  Seconda università degli Studi di Napoli, dove insegna "Requisiti ambientali del prodotto industriale" e "Bioinspired Design". Dal 2006 ha fondato e coordina l'Hybrid Design Lab, laboratorio progettuale della SUN dedicato alla sperimentazione della biomimetica nel design. Le ricerche e sperimentazioni progettuali più recenti riguardano il rapporto tra design e scienze, in cui si indaga sulle opportunità di costruire percorsi ibridi che coinvolgano nel progetto di design i contributi scientifici più avanzati provenienti da biologia, matematica, fisica, chimica e ingegneria. È autore di numerosi saggi, articoli e relazioni a convegni nazionali e internazionali su tematiche inerenti: la progettazione biomimetica, il rapporto tra natura e artificio, l'innovazione sostenibile nel design, l'applicazione di nuovi materiali e nuove tecnologie nel progetto di prodotti e servizi, il design per l'autonomia energetica. Conduce una intensa attività di ricerca con aziende design oriented, nell'ambito di ricerche sul rapporto tra prodotto industriale e ambiente utilizzando gli strumenti dell'analisi di ciclo di vita dei prodotti industriali, e del design per la sostenibilità ambientale. Tra i suoi lavori Nuovi paesaggi materici. Design e tecnologia dei materiali (Alinea Editrice, Firenze 2003) e Hybrid Design. Progettare tra tecnologia e natura (Franco Angeli Milano 2007)
ore di attività:
30 ore Matter: Sustainable - recycled thinking

Mario Lupano

Università IUAV di Venezia
ore di attività:
10 ore Storia dell'architettura

Antonella Mari
profilo:
Laureata in architettura a Roma (1994) e presso la Columbia University N.Y. (1997). Borsista Fulbright presso l'American Academy in Rome (2001), partecipa alla X Biennale di Venezia nella mostra Italia-y-2026-Invito a Vema. Nel 2003/04 svolge attività didattica presso il master Lo Spazio InForme_lnarch Roma. Nel 2008 progetta a Bari i padiglioni della Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo.
ore di attività:
50 ore Architectural Fair Design

Angela Vettese

Università IUAV di Venezia
ore di attività:
10 ore Storia dell'Arte Contemporanea

Mario Nanni

Mario Nanni è un artista della luce, un progettista.
Da 40 anni usa la sua esperienza nel campo della luce  e la sua professionalità artigiana per sperimentare, progettare, accompagnare progettisti di fama internazionale nei loro lavori e comporre una propria, personale, poetica progettuale.
Ideatore delle poesie di luce, che nel suo linguaggio artistico sono una forma di comunicazione evocativa attraverso le immagini, racconti di luce fatti di icone e simboli, immagini in movimento.
ore di attività:
20 ore Matter: lighting design

TAI SAMMARTINI
ARCHITETTO CO-FONDATORE STUDIO ASSOCIATO DI RICERCA AIR CON

Giancarlo Carnevale
Università IUAV di Venezia
PRESIDE FACOLTA' ARCHITETTURA
interventi previsti:
CONFERENZE INIZIO MASTER E FINE MASTER: TITOLO DA DEFINIRE

Medardo Chiapponi
Università IUAV di Venezia
Direttore del dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi.
interventi previsti:
CONFERENZE INIZIO MASTER E FINE MASTER: TITOLO DA DEFINIRE

Monica Lambertini
Responsabile Architettura Fiera di Bologna

Antonio Dell'Aquilano
PRESIDENTE INTERNATIONAL TOURISM TRADE FAIRS
interventi previsti:
CONFERENZA "ARCHITETTURE DEL POSSIBILE. URGENZE TEMATICHE DEL CONTEMPORANEO NAZIONALE E INTERNAZIONALE"

Peter Eisenman
Prof. YALE UNIVERSITY - New Haven

Corrado Facco
DIRETTORE FIERA VICENZA

Luca Galante
AMMININISTRATORE DELEGATO COLORCOM-ITALY

Davide Galli
DIRETTORE GENERALE MONACOFIERE-ITALIA

ETTORE RIELLO
Presidente AEFI - Associazioni Enti Fieristici Italiani

PAOLA MENEGHINI
Presidente MENEGHINI&ASSOCIATI

Francesco Paravati
RESPONSABILE MARKETING SVILUPPO E COMUNICAZIONE - FIERA BOLOGNA
interventi previsti:
CONFERENZA "ARCHITETTURE DEL POSSIBILE - FIERA DI BOLOGNA"

Roberto Pellegrini
PRESIDENTE RIVA DEL GARDA FIERECONGRESSI Spa

Michele Perini
Presidente Fiera di Milano
interventi previsti:
CONFERENZA "ARCHITETTURE DEL POSSIBILE - FIERA DI MILANO ED EXPO 2015"

Franco Purini
Università VALLE GIULIA - ROMA
PROF. PROG. ARCH.

Amerigo Restucci
Rettore Università IUAV di Venezia

Loredana Sarti
AEFI - Responsabile Generale ASSOCIAZIONE ENTI FIERISTICI ITALIANI

CALENDARIO

PRIMO SEMESTRE - SECONDO SEMESTRE
INIZIO LEZIONI OTTOBRE 2016 (timing in via di definizione). L'organizzazione didattica prevede alcune lezioni il Giovedì e il Venerdi :
ci saranno tre settimane intensive di WORKSHOP rispettivamente all'inizio, a metà e a fine corso.

Timing Master 2016

LA STRUTTURA DEL MASTER ORIENTA LA CONOSCENZA VERSO LA CONTAMINAZIONE TRA DUE SAPERI, QUELLO SCIENTIFICO E QUELLO AZIENDALE E OFFRE UN PROGRAMMA DI LEZIONI CHE OSCILLANO TRA I DUE SAPERI. SONO PREVISTE LEZIONI TEORICHE, TEORICO-PROGETTUALI E IL FOCUS DI ENTRAMBE SARÀ, PER TUTTO IL CORSO ANNUALE, LO STUDIO DI ARCHITECTURAL DESIGN. L'ANNO DEL MASTER È ORDINATO SU DUE SEMESTRI.

PRIMO SEMESTRE:
1WEEK- 17 WEEK

PERIODO NEL QUALE I CORSI SI INTEGRANO PER CONTENUTI ED ORARI. I CORSI TEORICI E TEORICO-PROGETTUALI DIALOGANO TRA LORO E HANNO LO SCOPO DI CREARE UNA CONNESSIONE ISTANTANEA TRA I SAPERI.

Corsi teorico-progettuali:

Architectural Design, Architectural Fair Design (modulo 1 e 2)
Structure: Complexity&Matrix (modulo 4)
Matter: Sustainable Recycled Thinking (modulo 5)
A questi corsi si affiancano corsi di:
Lighting design (modulo 8)
Sound design (modulo 9)
Design della comunicazione & Interaction design (modulo 7)
A questo scopo i corsi di Computational morphology (modulo 6)
L'offerta è completata dal corso di:
Planning Events (modulo 3)
Ai corsi teorico-progettuali si innestano i corsi teorici di:
Storia dell'architettura contemporanea (modulo 10)
Storia dell'arte contemporanea (modulo 11)

PRIMO SEMESTRE:



Architectural Design Studio (modulo 1 e 2): Il Master, fin dalle prime lezioni ha come momento focus l'Architectural Design Studio dove i masteristi potranno creare un work in progress di un proprio progetto architettonico sottoposto in modo costante al parere dei docenti, degli esperti, dei visiting professor e dei colleghi masteristi attraverso open critic, seminari, videoconferenze, blog. Lo studente sarà quindi seguito puntualmente nel suo percorso di apprendimento. Internamente all' Architectural design Studio è offerta l'opportunità di integrare e sintetizzare le nozioni apprese. Esso sarà connesso con comunità virtuali di altre università e aziende e sarà un innovativo laboratorio di idee basato sul legame di aspetti teorici fondativi con le attuali dinamiche di mercato.

PRIMO SEMESTRE:
17 WEEK


Intensive Design Workshop:
Esperienza di sintesi e di accelerazione del percorso di apprendimento e di grande valore per la comunicazione dell'esperienza è quello dell' Intensive Design Workshop, degli Open Critic, del Career Day dove sono invitati professori, esperti, aziende, studenti. L'Intensive Design Workshop durerà 5 giorni.

Open Critic:
durante il primo semestre, internamente all'Architectural Design Studio ci saranno 5 Open critic dove sono invitati i professori e gli esperti a seguire il progetto dei masteristi Open Critic 1 Fine primo mese di progetto 4 WEEK Open Critic 2 Fine secondo mese di progetto 8 WEEK Open Critic 3 Fine terzo mese di progetto 12 WEEK Open Critic 4 Fine quarto mese di progetto 16 WEEK Open Critic 5 Fine Workshop Intensive 17 WEEK

Career day:
momento finale di Open Critic 5 e presentazione dello stato del progetto. Saranno messi in mostra i progetti presso lo Iuav.

SECONDO SEMESTRE:
18 WEEK_24 WEEK



Nel secondo semestre, parallelamente alle lezioni teorico-progettuali, teoriche e al proseguimento dell'Architectural Design Studio hanno inizio i primi studi e incontri anche proiettati al momento della tesi di master.

In questo periodo si richiede: - la costante partecipazione all' Architectural Design Studio nell'approfondimento del progetto iniziato nel primo semestre; _ approfondimento dell'elaborazione e rappresentazione del materiale sedimentato nel primo semestre ai fini della Tesi di Master.

SECONDO SEMESTRE:
25 WEEK_36 WEEK



SONO PREVISTI STAGE NELLE PIU IMPORTANTI DITTE DI ALLESTIMENTO ITALIANO, PRESSO GLI ENTI FIERISTICI ITALIANI E INTERNAZIONALI E IN STUDI DI ARCHITETTURA. La durata è di tre mesi. Il periodo di stage è un'ulteriore esperienza ricca di informazioni tecniche e relazionali necessarie al completamento del progetto e della tesi. L'occasione è preziosa e fornisce una consapevolezza lavorativa al nuovo professionista. Il contenuto della Tesi può essere accordato anche con i temi dell'azienda ospite.

MODALITA'

  • I candidati, in possesso di uno dei titoli sopra elencati, dovranno presentare domanda correlata da curriculum + "portfolio digitale, formato PDF, per un massimo di 5 MB, con i lavori ritenuti più significativi dal candidato". Il Collegio dei docenti valuterà le domande e, a suo insindacabile giudizio, comunicherà l'elenco degli ammessi.

    Per l'iscrizione alle singole attività formative si deve essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
    . Laurea triennale in Architettura, Design e Ingegneria
    . Laurea specialistica o magistrale in Architettura, Design e Ingegneria
    . Laurea quinquennale in Architettura, Design e Ingegneria
    . Laurea Architettura, Design e Ingegneria conseguita all'estero che il collegio dei docenti ritenga equivalente a uno dei suddetti titoli di studio, ai soli fini di ammissione alle singole attività formative del master.
    I candidati, in possesso di uno dei titoli sopra elencati, dovranno presentare domanda correlata da curriculum figurato contenente tutti i titoli che ritengano utili. Il Collegio dei docenti valuterà le domande e, a suo insindacabile giudizio, comunicherà l'elenco degli ammessi

    TASSE E CONTRIBUTI: euro 6.000,00

    SINGOLE ATTIVITÀ FORMATIVE:

    MODULO 1 ARCHITECTURAL DESIGN

    MODULO 2 ARCHITECTURAL FAIR DESIGN

    MODULO 3 PLANNING EVENTS

    MODULO 5 MATTER:SUSTAINABLE RECYCLED THINKING

    MODULO 6 COMPUTETION MORPHOLOGY

    MODULO 7 DESIGN DELLA COMUNICAZIONE E INTERACTION DESIGN

    MODULO 8 LIGHTING DESIGN

    MODULO 9 SOUND DESIGN

ISCRIZIONI

Si comunica che è stata attivata la procedura di iscrizione online sul sito IUAV.
Scadenza iscrizione 19/01/2016   
Bando d'ammissione: CLICCA QUI

INVESTI SUL TUO FUTURO

RICHIEDI INFORMAZIONI

NOME MAIL
MSG

PARTNERSHIP



STAGE CON:







INFORMAZIONI



Per informazioni relative ai contenuti del master:info@touchfairarchitecture.com Per informazioni tecniche e di carattere amministrativo: Area Didattica e servizi agli studenti - Master e Career Service Campo della Lana, Santa Croce 601, 30135 Venezia master@iuav.it tel (+39) 041 257 2101/1322/2306/1891 - fax (+39) 041 257 1003 http://www.iuav.it/master rlaezza@iuav.it master@iuav.it